CONDIVIDI

Si è conclusa lo scorso venerdì con la vittoria dell’attrice partenopea Serena Rossi la quarta edizione di Tale e Quale Show, il varietà più visto della tv italiana, condotto da Carlo Conti. Lo show proseguirà con un torneo tra i 6 migliori di quest’edizione e i 6 migliori della scorsa edizione (dove trionfò Attilio Fontana).

Blog Di Cultura ha scelto quali sono state, in queste otto settimane, le 10 migliori imitazioni.

Roberta Giarrusso – Irene Grandi

Roberta Giarrusso è stata una delle concorrenti più pronte allo show: ha sempre offerto ottime prove, alternando personaggi di genere diverso, da pop star come Katy Perry e Kylie Minogue a una rocker come Irene Grandi. La sua imitazione della cantante toscana sulle note di La Tua Ragazza Sempre è stata davvero efficace. La somiglianza sia fisica che vocale era notevole.

Matteo Becucci – Mick Hucknall (Simply Red)

Che Matteo Becucci fosse un grande cantante l’avevamo già visto ad X Factor, che fosse un bravo attore l’avevamo visto a teatro. Con Tale e Quale abbiamo scoperto anche le sue ottime doti imitative: la sua performance in The Right Thing nei panni di Mick Hucknall dei Simply Red, cui somiglia particolarmente, è stata sublime. Da non dimenticare tante altre sue ottime performance: da Feliciano ad Antonacci, da Lauzi a Cross.

Raffaella Fico – Shakira

La rivelazione di quest’edizione è stata sicuramente la spesso criticata Raffaella Fico. La ragazza, che ha fatto parlare spesso di se per la sua relazione con Mario Balotelli, ha dimostrato di avere tante doti a livello artistico, forse spesso, per via dei pregiudizi, non molto elogiate. La dimostrazione l’ha data con un’ottima Gianna Nannini ma, soprattutto, con la sua prima performance, dove ha indossato i panni di Shakira, cantando e ballando sulle note di Wherever, Whenever. Impressionante è la somiglianza vocale e la grande precisione e attenzione nelle variazioni di registro.

Valerio Scanu – Stevie Wonder

Come Becucci, le doti canore di Valerio Scanu erano indubbie, vista la sua partecipazione sia ad Amici che a Sanremo 2010, dove ha trionfato. Di lui, però, conoscevamo, grazie ai social, anche il suo talento imitativo, quindi sapevamo che sarebbe stato uno dei grandi protagonisti di questa edizioni. Grandi esibizioni per lui, da Orietta Berti ad Albano, da Giuliano Sangiorgi a Bon Jovi. La sua vittoria, però, è giunta alla terza puntata con l’imitazione di Stevie Wonder, uno dei miti musicali di Valerio (chi ha seguito Amici, lo sa). Valerio ha interpretato in maniera perfetta ed emozionante un medley di Overjoyed e Isn’t She Lovely.

Serena Rossi – Michael Jackson

http://www.dailymotion.com/video/x29ln8f_tale-e-quale-show-2014-michael-jackson-serena-rossi-canta-thriller-07-11-2014_music

La vincitrice del programma, Serena Rossi, ha fornito, durante queste otto puntate, numerose interpretazioni degne di nota. Ha dimostrato di essere dotata di una grande potenza vocale, ad es. imitando Mariah Carey, ma anche di essere un’artista completa, riuscendo perfettamente a ballare e cantare, e ad essere una trasformista. Notevoli sono state le sue esibizioni nei panni di Pharrell Williams e, soprattutto, di Michael Jackson. Oltre alla somiglianza fisica, la Rossi ha impressionato per le sue capacità artistiche, riproponendo la difficilissima coreografia di Thriller alla perfezione.

Alessandro Greco – Stromae

Altro grande protagonista di quest’edizione è stato il simpaticissimo Alessandro Greco. Greco è stato messo spesso a dura prova, con cantanti dalla voce potente, come Baglioni, Mengoni e Zucchero, portando a casa spesso risultati notevoli. Impressionante è stata, soprattutto, la sua riuscitissima imitazione del cantante Stromae. Greco ha riproposto il video del successo Tous Les Memes, interpretando contemporaneamente un uomo e una donna. L’esito è stato impressionante.

Matteo Becucci & Serena Rossi – Ron & Tosca

Tale e Quale Show, le 10 migliori imitazioni della quarta edizione

Una grande novità di questa edizione sono stati i duetti, visti in passato solo in una puntata speciale. Tra quelli più riusciti, sicuramente, dobbiamo necessariamente ricordare quello tra Matteo Becucci e la vincitrice Serena Rossi. I due hanno vinto la puntata, con un ex aequo, imitando Ron & Tosca e cantando Vorrei Incontrarti Tra Cent’Anni, che aveva trionfato a Sanremo nel 1996. I due hanno regalato una splendida performance vocale, resa magica anche dal grande feeling artistico tra i due.

Alessandro Greco & Roberta Giarrusso – Kekko dei Modà e Emma

Altro duetto davvero riuscito è stato quello di Roberta Giarrusso e Alessandro Greco, che ha vinto la puntata con questa imitazione. I due hanno riproposto l’esibizione sanremese di Kekko ed Emma sulle note di Arriverà. I due sono stati impressionanti, non mancava davvero nulla. Oltre alla somiglianza fisica e gestuale notevole, da ammirare è anche la grinta che i due hanno messo nell’interpretare tale pezzo.

Valerio Scanu – Anna Oxa

Abbiamo già parlato delle grandi doti di Valerio Scanu. Come Serena Rossi, Scanu spesso è stato messo a dura prova con imitazioni di cantanti donne. Oltre alla Berti, Scanu ha interpretato Ornella Vanoni e Anna Oxa. L’imitazione della Oxa è stata davvero meravigliosa: Scanu sembrava essere posseduto dalla cantante mentre interpretava Quando Nasce Un Amore. La voce era identica, la gestualità anche. Come dice la giurata Loretta Goggi: Chapeau!

Serena Rossi – Elisa

L’esibizione più riuscita di questa edizione – e non solo – è stata quella di Serena Rossi nei panni di Elisa. La vincitrice ha dovuto eseguire Luce, il pezzo con cui l’artista friulana aveva vinto, nel 2001, il Festival di Sanremo. La prova sembrava molto complessa, vista la notevole differenza di vocalità. Per definire il risultato, invece, c’è solo una cosa da dire: era proprio Tale e Quale!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here