CONDIVIDI

Gli Internazionali d’Italia sono da sempre una vetrina straordinaria per quanto riguarda il mondo della discoteca, o meglio della musica. Di giorno, gli atleti si sfidano sulla terra rossa, di notte sono i giovani a lanciarsi su un’altra arena. Serate di livello internazionale con grande ospiti, dress code particolari: tutto viene reso estremamente esclusivo e fa sentire le persone che partecipano a questi eventi dei “very important people”. Le prime due serate inaugurali hanno fatto registrare degli aspetti positivi e degli altri meno: per un resoconto con i numeri vi aggiorneremo al termine della manifestazione.

La piattaforma interna per accedere agli eventi
La piattaforma interna per accedere agli eventi

La cosa che più di tutte ha colpito i ragazzi che hanno partecipato agli eventi è la capacità di poter entrare all’interno dell’area adibita al divertimento in modo molto rapido. Infatti tramite la Social Extender i partecipanti possono loggarsi col proprio account Facebook e in pochi secondi ricevere una mail che conferma il loro ingresso. Il servizio non ha alcun costo aggiuntivo e permette di saltare file chilometriche e discussioni riguardo la rigida selezione all’ingresso. Mostrando il QR code dal proprio smartphone o semplicemente dettando il proprio codice, il divertimento può iniziare.

I social ormai hanno conquistato qualunque aspetto della nostra quotidianità, ma la cosa che più di tutte colpisce però è vedere come tanti ragazzi non riescano ancora a comprendere ed utilizzare questi servizi particolarmente rapidi ed elementari. Nella serata di ieri infatti moltissimi giovani sono stati fatti allontanare poiché il loro dress code non era in linea con il tema della serata anni 70′: se avessero utilizzato Social Extender non sarebbe successo.

La novità riguardante il Social Extender è stata pubblicizzata molto dai pr e dai dj romani, in particolare abbiamo avvicinato Dj Onassis, nome d’arte di Tiziano Schiappa, che si sta affermando come uno dei giovani più noti nel panorama romano, non solo come musicista ma anche come blogger e trendsetter: “La Social Extender ci sta dando una mano notevole con il suo servizio, senza di loro avremmo avuto sicuramente moltissime difficoltà in più. Ormai i social sono la parte più importante nel mondo della comunicazione e portarli in questo modo nel mondo delle discoteche è stata una mossa vincente. Inoltre lo staff di ragazzi, strepitosi, educati e preparati. Insomma lo vedo in un prossimo futuro come l’applicazione must per organizzare eventi, sicuramente estendibile oltre che ad eventi musicali, anche ad aventi di altro genere, come anteprime cinematografiche, mostre etc.”.

Il QR code con cui accedere in pochi secondi all'evento
Il QR code con cui accedere in pochi secondi all’evento

La cosa che più di tutte ha contrariato gli stessi addetti alle public relations è stata la security, fin troppo selettiva e che ieri ha scaldato non poco gli animi. Dopo la prima serata targata Giuliano Palma, Andrea Oliva, da “Le Iene” – Angelo Duro e il party Flower anni 70 di cui abbiamo già parlato ora la manifestazione entra nel vivo con il programma che presenterà appuntamenti da urlo come il già tutto esaurito Paris Crazy House Party, il Fluo Party e il finale Pacha World Tour, ma le serate saranno tante altre. L’unica certezza è che le discoteche non sono mai state così social, e anche questa è una rivoluzione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here