CONDIVIDI

E’ Patrizia Mirigliani, organizzatrice di Miss Italia, ad ammettere direttamente alle prefinali nazionali della kermesse, con la fascia di ‘Miss Coraggio 2014’, Rosaria Aprea, la ragazza di Macerata Campana (Na) che nel maggio 2013 era stata ricoverata in ospedale per asporto della milza a seguito delle violenze fisiche subite dall’ex compagno.

La promozione avviene sulla base dell’art. 16 del regolamento: Rosaria, che a conclusione della tragica vicenda che l’aveva coinvolta era tornata a inseguire il suo sogno di calcare le passerelle, passa dalle selezioni che aveva iniziato una settimana fa, direttamente alla fase prefinale del concorso che si svolgerà a Jesolo a fine agosto, per provare a conquistare, insieme alle altre 199 prefinaliste, un posto nella squadra delle 60 bellezze italiane che a settembre si contenderanno la fascia di Miss Italia.

La decisione della patron è stata presa: «in considerazione della vicenda da lei vissuta, della sofferenza sopportata e del coraggio dimostrato che l’hanno fatta assurgere a figura simbolo del tragico fenomeno della violenza della quale, al giorno d’oggi, sono purtroppo vittima tante donne». Così Patrizia Mirigliani scrive in una lettera da lei stessa consegnata a Rosaria.

Il riconoscimento è perfettamente in linea con l’impegno che il concorso sta portando avanti, a fianco del Codacons, contro il fenomeno dilagante dello stalking, di cui sono vittima soprattutto le donne, mediante adesione all’iniziativa messa in moto con l’istituzione di uno sportello (telefonico e via mail) a cui si può rivolgere chiunque sia vittima di atteggiamenti persecutori.

Gli organizzatori ricordano che la fascia di Miss Coraggio era stata precedentemente assegnata a una ragazza siciliana, Pina Siracusa, che nel 1991 ebbe il coraggio di denunciare il branco che l’aveva violentata.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here