CONDIVIDI

Era gennaio quando i quattro dei Take That, Gary Barlow, Mark Owen, Howard Donald e Jason Orange, hanno dato l’ultimatum, per poter lavorare alla nuova produzione del loro album, a Robbie Williams che aveva espresso la volontà di collaborare con gli x compagni; infatti Howard Donald aveva dichiarato: “Ha fino a marzo per decidere se vuole prendere parte alla composizione delle canzoni.”

In effetti, ad oggi, il termine è scaduto ed il gruppo si è già chiuso in sala registrazione per creare gran parte delle canzoni, che probabilmente potrebbero uscire per Natale; a questo punto Robbie ha un’ultima chance, quella di partecipare ad un tour congiunto, avendo tempo per decidere, stavolta, fino a maggio. Infatti i concerti potrebbero partire nel 2015, quattro anni dopo il “Progress Live Tour” che nel 2011 riscosse un grande successo in tutto il mondo. La questione è stata pienamente confermata dalle parole di Gary Barlow, che senza alcun tono drammatico, ha detto: “Abbiamo bisogno di sapere al massimo per la fine di maggio quello che Robbie vuole fare. Non sono sicuro se vorrà far parte della formazione, adesso che tiene famiglia.

Purtroppo, anche questa volta, le probabilità che Robbie possa prendere parte a questo nuovo progetto appaiono piuttosto remote, poichè il cantante sta per affrontare un tourneè mondiale molto impegnativa: il suo “Swings both ways Live” inizierà il prossimo 25 aprile con il concerto di Budapest, che continuerà con altre 40 date in tutta Europa, l’ultima delle quali alla O2 Arena di Londra, il 12 luglio; all’Olimpico di Torino, il primo maggio, si terrà l’unica tappa italiana. In ultima ipotesi il cantante ha comunque ancora tempo per partecipare alla stesura del prossimo album dei Take That, inserendo qualche suo pezzo e suggellando finalmente questa agognata collaborazione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here