CONDIVIDI
Project Xcloud

Google Stadia, il servizio di streaming videogiochi previsto entro l’anno dovrà vedersela con due grandi rivali che operano nel mondo dei videogiochi dai suoi albori e capaci di fidelizzare nel corso del tempo gli utenti.

Stiamo parlando di Sony, che ha già lanciato il suo Playstation Now, destinato a crescere e svilupparsi, e di Microsoft che si prepara a lanciare il suo Project X Cloud, rivale diretto di Google Stadia.

Novità arrivano direttamente da Phil Spencer che ha pubblicato su Twitter una foto dove celebra un risultato raggiunto dal team a lavoro su Project xCloud.
Spencer esulta infatti di fronte alla “takehome release”.

Questo significa che Project X Cloud è utilizzabile direttamente da casa, in condizioni reali e con connessioni normali.

Da questo momento in poche parole, parte una fase di test interna dove gli sviluppatori dovranno approfondire i dettagli del servizio per arrivare a offrire qualcosa di eccellente al pubblico.

Project X Cloud sarà testabile dal pubblico già nel 2019, e potrebbe addirittura venire lanciato prima della fine dell’anno.

Quello che è certo è che un’accoppiata Project X Cloud con Xbox Game Pass potrebbe davvero rivoluzionare le cose per Microsoft.

Il panorama next gen sembra muoversi in modo ibrido tra streaming e nuove console.

L’esperienza pro arriverà dalle console, ottimizzate e potentissime.

Per chi non volesse sborsare il costo di ingresso però, la soluzione cloud potrebbe aprire a nuovi giocatori e permettere anche a chi non può spendere 400 o 500 euro di console, di giocare con abbonamenti e offerte varie, ovviamente a patto di avere una connessione capace di reggere lo streaming videoludico, o accettando un compromesso di qualità.

In verità, già su una normale fibra, Playstation Now funziona piuttosto bene.

I risultati su ADSL classica sono inferiori per qualità, i titoli  provati infatti rimangono comunque giocabili ben sopra le aspettative.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here