CONDIVIDI

Gabriele Muccino, il popolare regista tra gli italiani più apprezzati oltreoceano, fa sapere tramite il suo profilo ufficiale di Facebook il suo totale disappunto per la decisione del Tar di permettere alle grandi navi di passare nel Canale della Giudecca, a Venezia.

Già molto attivo in passato, il regista aveva mostrato il suo impegno per le tematiche ambientali, e in particolare a più riprese aveva avvertito pubblicamente dei rischi connessi al transito di mezzi così grandi nel già fragile ecosistema della cittadina lagunare.

Nell’ottobre del 2013 aveva scritto una lettera indirizzata al sindaco di Venezia e al Presidente della Regione invitandoli a riflettere sui reali pericoli che i transatlantici avrebbero portato sulle fondamenta della città.

Invito inizialmente sembrato accolto, tanto più che era passato un provvedimento finalizzato a bloccare questo scempio ambientale, ma il Tar lo ha ritenuto illegittimo.

Nonostante lo status scritto in piena notte già buona la reazione dei fan sulla sua pagina, e che in poco tempo ha fatto girare la notizia sul web creando discussioni anche accese.

Queste le parole a caldo del regista, che per la loro asprezza non lasciano di certo indifferenti: “Apprendo che il tribunale del TAR ha respinto il provvedimento che impediva il transito delle grandi navi, transatlantici 4 volte più larghi del Titanic nel canale della Giudecca a Venezia. Che dire. Amarezza e desolazione per una città destinata a morire in mano alle cineserie e turisti tocca e fuggi. Chi si vuole impiccare è libero di farlo. Io ho fatto la mia parte. Venezia affonderà, verrà colpita da una di queste navi. E’ solo questione di tempo. Il resto sta agli uomini e alla storia che lasceranno dietro di essi”.

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here