CONDIVIDI
Morgan è sotto sfratto.
Il personaggio televisivo e musicista Marco Castoldi, ha chiesto addirittura un flashmob per impedire che lo sfratto venga eseguito.
A quanto pare Morgan dovrà presto lasciare la sua casa di Monza a causa di un pignoramento deciso dal Tribunale città a fine 2017.
Lo sfratto è arrivato a seguito delle richieste delle ex mogli del cantante, Asia Argento e Jessica Mazzoli, che richiedevano un compenso per i mancati alimenti pagati per le figlie Anna Lou e Lara.
Morgan non ci sta e lancia un appello:
“un uomo-artista-cittadino che viene cacciato da casa sua ingiustamente”.
La richiesta di Morgan è l’annullamento dello sfratto, a costo di occupare la casa.
L’artista chiede “di divulgatore musicale a livello nazionale, che sarebbe bastato a non consentire una simile e umiliante circostanza”, e organizza un flashmob per l’occasione “Monza, venerdi 14, ore 9 di mattina. Se verrò arrestato per questo e non per aver commesso un reato sarà perché sono stato lasciato solo”.
La storia degli alimenti alle figlie va avanti da parecchio tempo e ha portato Morgan a litigare in forma indiretta, nel particolare con Asia Argento nel corso di diverse trasmissioni.
Viene da chiedersi però come sia possibile che, tra musica e ingaggi vari, Morgan non abbia il denaro richiesto.
Dal canto suo, Morgan sostiene di aver sempre inviato soldi alle ex mogli, loro affermano però il contrario.
Una situazione abbastanza deprimente quella che si è venuta a creare.
In particolar modo, l’utilizzo che fa Morgan della sua notorietà per risolvere una questione legale privata ha lasciato il pubblico piuttosto perplesso.
Morgan è stato reintegrato nel mondo tv, dopo che per anni e anni è stato emarginato dalla televisione a causa di una serie di dichiarazioni sulla droga.
Ecco che l’artista torna a farsi notare, non per la sua bellissima musica o per le sue capacità di condurre una trasmissione, ma per vicende private che, forse, farebbe meglio a tenere per sé.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here