CONDIVIDI

Il settore dei matrimoni è stato uno di quelli maggiormente colpiti dalla crisi economica dovuta al Coronavirus. Molte giovani coppie hanno dovuto rimandare la data delle loro nozze perché nel periodo del lockdown non erano ammesse né le celebrazioni e tanto meno le feste. Ora però tutto è tornato alla normalità, anche se non mancano alcune regole da seguire, per poter rispettare le misure anti-contagio.

 

Matrimoni: le misure di sicurezza

 

I matrimoni ora possono essere sia celebrati, sia festeggiati. Per quanto riguarda la celebrazione, già durante la Fase 2 era permessa, mentre per le feste di ricevimento si è dovuto aspettare l’arrivo della Fase 3. Questo però non significa che non ci siano regole da rispettare, anzi. Prima di tutto, sempre le distanze di sicurezza: queste dovranno essere garantite anche durante il pranzo o la cena del ricevimento. Il locale scelto infatti dovrà distanziare i tavoli per tempo e persino far sì che ci sia la distanza di 1 metro da persona a persona, su uno stesso tavolo. Questo però non è tutto.

I dispositivi di sicurezza

 

Tra le altre regole da seguire per evitare il rischio di contagio, vi è anche quella dell’uso delle mascherine: queste dovranno sempre essere indossate, tranne ovviamente che quando si mangia. In più, dovranno essere usate anche negli ambienti aperti, anche se in tal caso vi è la possibilità di abbassarle, se si rispetta almeno la distanza di 1 metro.

Da evitare assembramenti di ogni tipo e possibilmente contatti o abbracci, strette di mano con altre persone, a meno che non siano conviventi o anche membri della stessa famiglia.

Insomma, nonostante le misure di sicurezza debbano continuare ad essere rispettate e potrebbero limitare un po’ le dimostrazioni pratiche di affetto, come baci e abbracci, le giovani coppie possono trarre un sospiro di sollievo e finalmente festeggiare il loro matrimonio.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here