CONDIVIDI

Difficile rimanere sempre sulla cresta dell’onda. Difficile rimanere sempre nel cuore di tanti, tantissimi, fan nel mondo. Difficile cambiare senza tradire se stessi. Difficile si, ma non per Madonna: per lei trasformarsi è un talento. Per Madonna nulla sembra impossibile, sarà per un talento unico di stare al mondo, fortuna mista a anni di esperienza. Scontato forse, ormai trito e ritrito ma più passano gli anni, più la concorrenza prova ad aumentare, più si capisce che Madonna è un’icona per eccellenza.

Lei è l’icona pop, l’icona di un’epoca musicale e non, di un modo di vedere il mondo, di fare l’artista, di usare l’arte, la moda, lo stile e piegarlo a un fine preciso: quello di ricreare ogni giorno un’immagine nuova di sé. Madonna non è solo una cantante: andare a un suo concerto implica partecipare a un evento, senza sapere cosa si verificherà.

Madonna non segue le mode, le fiuta, ci gioca e le rielabora a suo modo e stile. Vale per la musica, basti pensare alle evoluzioni dai video di “Like a virgin” a “Frozen” fino al nuovo album “Rebel heart“. Se idealmente mettessimo in fila tutte le copertine dei suoi album (potrebbe essere l’idea per un’opera d’arte contemporanea) ne verrebbe fuori un quadro più unico che raro.

Il look di Madonna gioca sempre con tutto: capelli, trucco, accessori, abiti e tendenze. Bionda o mora, dalle vaporose pettinature a quelle più ordinate, trucco che gioca su un taglio particolare degli occhi. Basti pensare al video di Frozen, dark e cupo ma Madonna è ancora più affascinante. Il capello corto e disordinato degli anni ’80 lascia spazio ai boccoli del 2000. E i vestiti? Sexy, maschiaccio, country, anni ’70, militare, versione dance: Madonna gioca con malizia e come nel caso di Confessions on a dance floor fa riscoprire un certo abbigliamento hot. Giubbotto in pelle, rock e sexy ma anche estremamente ammaliante in un abito fasciante che le abbiamo visto indossare in occasione dell’intervista a Fazio.

Inutile domandarsi quale versione di Madonna si preferisce. Sarebbe come chiedere a un bambino in un negozio di dolci quale caramella gli piace di più.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here