CONDIVIDI
risparmio

Chi fa un lavoro d’ufficio, come dicono gli anglofoni “nine to five”, passa quasi più tempo alla propria scrivania piuttosto che a casa. E’ infatti l’ufficio il luogo dove si spreca molto di più di quanto si dovrebbe e spesso senza rendersene conto: dal lasciare accese luci anche se non serve all’abuso dell’aria condizionata.
Ecco allora 3 consigli da seguire per cercare di limitare quanto più possibile gli sprechi e tutelare l’ambiente.
1) LIMITARE L’USO DEL CONDIZIONATORE O DEL RISCALDAMENTO
Ci sono dei parametri generali ai quali fare riferimento per ottenere la giusta temperatura nella stanza: in inverno, deve attestarsi intorno ai 18-20°. Se fuori però c’è il sole, abbassate la temperatura dei radiatori e cercate di aprire le finestre solo per far cambiare l’aria, velocemente. Evitate poi di riscaldare anche le stanze dell’ufficio che sono vuote. In estate, c’è chi si batte per una temperatura quasi glaciale perché non sopporta il caldo. Ma è un errore! La differenza tra i gradi all’esterno e all’interno non deve mai superare i 6 gradi. E’ importante perché così non ci sarà eccessivo distacco quando uscirete. In effetti, sarebbe ideale spegnere il climatizzatore almeno 30 minuti prima di uscire, in modo da darvi il tempo di riadattarvi alla temperatura ambiente.

2) SCEGLIERE LA CARTA GIUSTA
Un’altra regola per la tutela dell’ambiente è ridurre lo spreco di carta. Da quella che utilizziamo per prendere appunti: cerchiamo di evitare fogli sparsi che perdiamo in giro preferendo quaderni e blocchi, sarà anche più facile in seguito ritrovare ciò che abbiamo scritto durante una riunione o un incontro importante. Nel caso della carta per stampare, a volte è necessario utilizzarla perché non basta la versione digitale di un documento. L’importante è essere parsimoniosi e, soprattutto, scegliere attentamente la tipologia di carta per stampanti e fotocopie per evitare di sbagliare e dover ristampare. Qualche esempio: verificare peso e grammatura, scegliere la carta in base al documento che bisogna stampare e anche alla stampante che si ha a disposizione, scegliere il formato di carta giusto e verificare che il prodotto rispetti le direttive comunitarie relative alla tutela dell’ambiente (che abbia, cioè, certificazioni come il simbolo riciclo, etichetta “Nordic Ecolabelling” e altre…).

3) LIMITARE LO SPRECO DELL’ILLUMINAZIONE
Puntare sull’illuminazione a Led: non solo sarà di una migliore qualità ma permetterà anche di risparmiare notevolmente. Quando non è necessario, ricordarsi di spegnere le luci e posizionare le scrivanie e pc a favore di luce naturale.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here