CONDIVIDI

Chi ha visto, ha visto. Ce l’ho come tutte“. Destinate ormai a divenire un tormentone le parole di Laura Pausini, pronunciate subito dopo il fattaccio, l’accappatoio che si apre come le acque del Mar Rosso, a mostrare la cosa più intima che c’è.

Involontario o meno, quello accaduto sul palco di Lima non è certo il primo caso di nudo in concerto. Vari e illustri gli esempi predecessori di Laura, verificatisi in platee più o meno vaste. Tutti casi in cui gioca una forte componente di malizia mista a ironia.

Janet Jackson

Lo fece Janet Jackson, quando nell’ormai celeberrima cerimonia per il Super Bowl del 2004, in coppia con Justin Timberlake, mostrò un seno nudo. Due anni prima della nascita di Youtube, il video della scandalosa Janet fece il giro del mondo in pochissime ore.

Lady Gaga

http://www.youtube.com/watch?v=ByweSm-S3IA

Poteva mai mancare Lady Gaga tra gli illustri predecessori della Pausini? Ovviamente no.

Toni Braxton

Più che ironia mista a malizia, nel caso di Toni Braxton la colpa (o il merito, a seconda) dello strip è da assegnare al sarto della cantante statunitense.

Alanis Morissette

Tornando alla Janet Jackson del Super Bowl e alle roventi polemiche che seguirono la performance (ci fu chi chiese l’abolizione della cerimonia pre-match), nel 2004 Alanis Morissette si schierò a fianco della collega/amica, improvvisando un finto strip durante i Juno, i Grammy canadesi. Smessi tutti i vestiti, Alanis rimase coperta da una tuta color carne. Che non fu certo notata dagli spettatori più lontani dal palco.

Miley Cyrus

http://www.youtube.com/watch?v=UFOY6m1S7zQ

Ha appena 21 anni ma è già un classico. L’immancabile Miley, in una delle sue solite sobrie esibizioni, non si spoglia ma compie gesti e movimenti inequivocabili che non hanno certo bisogno di commenti.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here