CONDIVIDI
Credits: grazia.it

Dopo il successo di #DomenicalMuseo, il MiBACT continua ad incentivare le iniziative per diffondere l’amore per l’arte e la cultura in Italia.

Da quest’anno i musei statali saranno gratuiti per le donne ogni 8 marzo. La decisione è stata presa dal ministro Dario Franceschini che ha annunciato l’iniziativa del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per la Giornata internazionale della donna, di aprire gratuitamente alle donne i musei, le aree archeologiche e i monumenti statali. Franceschini ha invitato inoltre i direttori dei musei ad organizzare visite, eventi e manifestazioni a tema nei luoghi della cultura statali per sottolineare il rilievo di questa giornata dedicata ai diritti delle donne. Per scoprire le iniziative in programma nei musei basterà consultare il sito www.beniculturali.it, dove potrete trovare tutte le informazioni sugli eventi attivi, come suggerito dalla nota ministeriale.

Saranno tante le iniziative in tutta Italia. Ad esempio, a Firenze sarà possibile visitare Palazzo Vecchio e il Complesso di Santa Maria Novella, ma anche la Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio e la Cappella Brancacci. A Roma, entrata gratuita per le donne in tutti i musei del Sistema Musei Civici di Roma, tra cui la Centrale Montemartini, i Musei Capitolini, il Museo dell’Ara Pacis, i Musei di Villa Torlonia, il Museo di Roma in Trastevere e i Mercati di Traiano. A Napoli, oltre all’ingresso in tutti i musei civici, palazzi e archivi statali, saranno organizzati eventi ad hoc. A Torino dall’8 al 15 marzo le donne potranno visitare il Museo Egizio.

Gli altri visitatori non saranno però da meno, poichè vi saranno musei gratis anche domenica 6 marzo per la consueta iniziativa dei beni culturali aperti gratuitamente al pubblico ogni prima domenica del mese. L’iniziativa, denominata #DomenicalMuseo, prevede la gratuità di tutti i musei, le aree archeologiche, le gallerie, gli scavi archeologici, i parchi e i giardini monumentali nella prima domenica del mese, e ha riscosso un grande successo di pubblico.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here