CONDIVIDI

L’abbiamo vista salire sul palco di X-Factor nel 2008 come concorrente, durante la prima edizione del talent show più figo d’Italia. All’epoca la bella Giusy Ferreri, impiegata in un supermercato di Corbetta, era appena agli esordi di una carriera musicale che si rivelerà carica di successi e riconoscimenti.
Niente male il salto dalla cassa di Esselunga ai dischi di platino e al palcoscenico Sanremese, dove nel 2014 si è presentata con i brani ‘Ti porto a cena con me‘ e ‘L’ amore possiede il bene‘.

A Sanremo mi ha fatto piacere andare avanti con ‘Ti porto a cena con me’ perché è un brano di cui subito mi ha colpito il testo, e che ho voluto arricchire con la mia interpretazione. L’altra canzone piaceva molto alla mia casa discografica ma sinceramente non ero tanto d’accordo con l’idea di due fidanzati che rimangono in buoni rapporti, anzi, lo trovo quasi impossibile. Alcune frasi di ‘Ti porto a cena con me’ sono state molto discusse sui vari social, specie quella in cui si parla della felicità che è ormai fuori moda. Beh io credo che ci sia un forte malcontento per via della crisi e che sia vivo un forte senso di materialismo che ci allontana dalle cose importanti. Proprio per questo essere felici è decisamente qualcosa che sta sopra le righe, che non fa tendenza, che è fuori moda‘.

Della sua presunta partecipazione a X-Factor in qualità di giudice dichiara:
Non è la prima volta che mi viene proposto questo ruolo però prima non potevo accettare per via degli impegni commerciali e perché forse artisticamente non ero ancora matura. Oggi ho molta più esperienza e avverto il desiderio di aiutare i più giovani a emergere, proprio com’è successo a me. Accetterò di fare il giudice solo se mi daranno delle garanzie artistiche di autonomia e indipendenza. Oggi posso dire di non essere d’accordo con le strategie commerciali disegnate per Chiara Galiazzo, che secondo me non avrebbe dovuto né partecipare a Sanremo né tantomeno fare spot in Tv, mentre concordo con il percorso di Michele Bravi che si sta prendendo il giusto tempo per realizzare il nuovo album‘.

Tutto si può dire di Giusy Ferreri tranne che non abbia le idee chiare riguardo la carriera e la vita privata:
Con il tempo sono diventata molto meno ruvida di prima, sto cercando di aprirmi all’altro senza mai perdere i miei spazi personali, per me irrinunciabili. Mi sono autofinanziata viaggi all’estero per collaborare con artisti internazionali e migliorare la mia voce; ho bisogno di rinnovarmi ai miei occhi e a quelli del pubblico‘.

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here