CONDIVIDI

Proclamata come ogni anno per il 23 aprile, la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore è diventata ormai un appuntamento fisso nel calendario degli eventi culturali di tutto il mondo. Scopo fondamentale della giornata, indetta nel 1996 dalla Conferenza Generale dell’UNESCO, è quello di rendere omaggio a libri e autori, promuovendo, in particolare presso i più giovani, il piacere della lettura.

L’idea originaria di questa celebrazione, conosciuta anche come Giornata del Libro e delle Rose, nasce in Catalogna, dove il 23 aprile, in occasione della festa di San Giorgio, una rosa viene data in dono per ogni libro venduto. Comunque la si chiami, punto fondamentale dell’iniziativa è l’incoraggiamento alla lettura di libri, qualunque sia il loro formato, sia nel tradizionale cartaceo che nell’innovativo digitale. La volontà è anche quella di rendere omaggio a tutte quelle persone e figure professionali (autori, editori, insegnanti, bibliotecari, istituzioni pubbliche e private, etc.) che hanno promosso in passato e che tuttora contribuiscono al progresso sociale e culturale dell’umanità.

La capitale mondiale di questa edizione 2014 scelta dall’UNESCO è la città di Port Harcourt, in Nigeria, per gli sforzi che sta portando avanti per l’alfabetizzazione di fasce sempre più ampie di popolazione, e, di conseguenza, per quel che riguarda la promozione della lettura.

In Italia diverse sono le manifestazioni organizzate nel quadro della Giornata Mondiale del Libro, promosse dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Da segnalare, sicuramente, Pagine Viaggianti (Roma), alla sua seconda edizione, iniziativa che avrà luogo agli ingressi della metropolitana A e B, che, per l’occasione, si trasformeranno in vere e proprie “stazioni culturali”: gli utenti della metro troveranno dei volontari che regaleranno loro dei libri. Altre, tra le tante, iniziative in giro per il paese sono: la Fiera del Libro e dell’editoria ed incontri con gli autori (San Giorgio Morgeto, RC); la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore (Udine); il Convegno sulle biblioteche universitarie (Bari).

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here