CONDIVIDI

Sono ormai passati 30 anni. Era il 7 giugno del 1984 quando uscì un film che nessuno avrebbe mai immaginato potesse diventare così amato ed importante nella storia del cinema. Nello stesso modo in cui Star Wars ha segnato la storia del cinema anni 70′ Ghostbusters ha segnato quella delle commedie fantastiche anni 80′ sbancando i botteghini di tutto il mondo e arrivando a fidelizzare un pubblico molto ampio che ha tramandato questa passione anche alle generazioni future. Il film è stato il maggior successo del 1984 con un incasso di 434 286 000 dollari e nel 1985 ha avuto due nomination agli Oscar, una per i migliori effetti speciali e un’altra per la migliore canzone, tuttavia senza riuscire a portare a casa l’agognata statuetta.

I ragazzi di Ghostbusters Italia hanno regalato ai fans una due giorni di intrattenimento per il museo Vigamus di Roma, nel quartiere Prati, dove vestiti da acchiappafantasmi e completi di zaino protonico hanno disinfestato la struttura. Gli ospiti della due giorni hanno potuto partecipare al corso per diventare acchiappafantasmi, a giochi di società e soprattutto alla visione del film su un maxi schermo. La visione ha riscosso un buon successo di pubblico, soprattutto i momenti in cui i ragazzi hanno invaso la sala simulando le azioni che scorrevano sullo schermo. Particolarmente divertente la schiuma da barba sugli ospiti nel momento in cui Gozer veniva eliminato. Successivamente è seguito un dibattito sulla pellicola, a cui ho avuto il piacere di partecipare come moderatore tra i ragazzi di GB Italia e il pubblico. I ghostbusters hanno voluto ricordare con un video tributo il compianto Harold Ramis, per tutti semplicemente il Dott. Egon Spengler. Proprio all’esterno del quartier generale, Hook and Ladder #8 di Tribeca, a New York City è stata posta una targa in ricordo dell’attore e sceneggiatore.

Il terzo attesissimo capitolo dei ghostbusters è ormai stato annunciato e le riprese inizieranno nel 2015. Ivan Reitman ha annunciato che collaborerà come produttore, ma non sarà dietro la macchina da presa proprio per via della prematura scomparsa di Ramis. I presenti all’evento Vigamus hanno mostrato apprezzamento per la figura di Ruben Fleischer, regista di Zombieland, e in pole position per l’ormai mitologico Ghostbuster 3 che sarà un reboot completamente nuovo. Pesante e probabilmente definitivo il no di Bill Murray, anche se proprio Fleischer ha già lavorato con lui e potrebbe convincerlo ad un cameo. La nuova generazione di acchiappafantasmi sarà interamente nuova e sono circolati i nomi più stravaganti in sala: da James Franco a Jonah Hill, con il volto femminile che potrebbe essere quello di Emma Stone.

Non resta che aspettare dopo l’annuncio ufficiale di Sony che inizino effettivamente le riprese di questo nuovo Ghostbusters, intanto i prossimi eventi in programma per i fans saranno il nuovo cofanetto speciale blu ray, con i due film e una statuetta, in vendita dal 16 settembre e il ritorno nelle sale USA il prossimo 29 agosto per una proiezione speciale e restaurata.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here