CONDIVIDI

Era uno dei film più attesi del Festival, tanto da far registrare un record di vendite per i biglietti, sold out in poche ore. Love, Rosie, tradotto da noi in Scrivimi ancora, è sbarcato ieri al Festival del Cinema di Roma, e con loro anche i due protagonisti, Sam Claflin e Lily Collins, acclamati da migliaia di fan, che li hanno attesi per ore ai margini del tappeto rosso.

Festival del Cinema di Roma: Love, Rosie - Scrivimi Ancora

La trama è semplice: Rosie e Alex sono amici dall’infanzia, legati da un sentimento che, però, va oltre un semplice affetto. Entrambi sognano di lasciare la loro vita di sempre e trasferirsi in America, ma gli errori e le scelte sbagliate della vita li porteranno ad allontanarsi, a prendere strade diverse, a cambiare. Durante i quindici anni che vengono raccontati nel film, tra matrimoni, figli e funerali, Rosie e Alex capiranno l’amore che li lega da sempre.

Il film è molto scorrevole, divertente, dalla narrazione fresca e mai pesante, anche se prevedibile (ricorda molto One Day, con Anne Hathaway e Jim Sturgess). I due protagonisti sono perfetti nei loro ruoli e sono una delle chiavi vincenti del film: la loro alchimia è tangibile. Unica nota: dal trailer sembra che il film sia raccontato da entrambi, mentre è il personaggio di Rosie ad essere il fulcro della trama. Ottimo lavoro della fotografia, che rende perfettamente i cambi di stato d’animo dei protagonisti, ma, soprattutto, i cambi di ambientazione, passando dalla bucolica Inghilterra alla frenetica Boston, e di tempo, facendo sembrare delle vecchie polaroid le scene che raccontano l’inizio dell’amicizia tra Alex e Rosie.

Festival del Cinema di Roma: Love, Rosie - Scrivimi Ancora

Un film sicuramente non originale o sorprendente, ma fresco, intenso e molto emozionante, che riesce, sicuramente, nell’obiettivo di farsi apprezzare per ciò che è: una bellissima storia d’amore.

Nel pomeriggio gli attori Collins e Claflin e il regista Christian Ditter hanno incontrato la stampa per rispondere ad alcune domande sul film.

Il regista ha affermato di aver voluto dirigere questo film, dopo tante esperienze in Germania, perchè ama le commedie alla Notting Hill e, leggendo la sceneggiatura, ha pensato che questa fosse una storia in cui tutti si potessero ritrovare.

Festival del Cinema di Roma: Love, Rosie - Scrivimi Ancora

Gli attori hanno, invece, parlato del forte feeling e della chimica tangibile all’interno del film tra i due. Hanno parlato di come si sono conosciuti, di come hanno vissuto insieme prima di girare, di come hanno capito di avere una sintonia. La Collins, inoltre, ha parlato del loro primo incontro, in una camera d’albergo, insieme al regista, che li ha costretti a parlare uno di fronte all’altro.

Si è parlato, infine, del rendere i personaggi propri, staccandosi da ciò che era il libro (Love,Rosie, infatti, è tratto dal best seller di Cecelia Ahern). La Collins ha affermato di non aver letto prima il libro, ma di avere già all’attivo due film tratti da libri. La cosa più importante, per lei, è stato avere Cecelia sul set e avere la sua approvazione. Per entrambi gli attori, inoltre, è stato semplice perchè entrambi hanno ritrovato molto di loro in Rosie e Alex.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here