CONDIVIDI
David di Donatello nomination 2017

Il prossimo 27 marzo è in programma la premiazione della 61ª edizione dei David di Donatello, prodotta e trasmessa da Sky in diretta. Sono stati svelati le nomination ai premi del Cinema Italiano.

L’evento sarà condotto da Alessandro Cattelan e trasmesso in diretta dalle 21.15 su Sky Cinema Uno, Sky Cinema David di Donatello, Sky Uno, Sky Arte e in chiaro su TV8.

Proprio in occasione dei David di Donatello, dal 20 al 31 marzo, Sky Cinema Hits diventa Sky Cinema David di Donatello, con più di 60 titoli premiati che saranno trasmessi, fra cui segnaliamo “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria e Luca Marinelli, “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese con Edoardo Leo, Anna Foglietta, Giuseppe Battiston, Marco Giallini, Valerio Mastandrea, Kasia Smutniak e Alba Rohrwacher), “Il figlio di Saul” sul dramma dell’Olocausto.

A seguire ecco tutte le nomination dei David di Donatello 2017:

Miglior film: Fai bei sogni (Marco Bellocchio), Indivisibili (Edoardo De Angelis), La pazza gioia (Paolo Virzì), Veloce come il vento (Matteo Rovere)

Miglior regia: Fai bei sogni (Marco Bellocchio), Fiore (Claudio Giovannei), Indivisibili (Edoardo De Angelis), La pazza gioia (Paolo Virzì), Veloce come il vento (Matteo Rovere)

Miglior attore protagonista: Fai bei sogni (Valerio Mastandrea), La ragazza del mondo (Michele Riondino), La stoffa dei sogni (Sergio Rubini), Le confessioni (Toni Servillo), Veloce come il vento (Stefano Accorsi)

Migliore attrice protagonista: Fiore (Daphne Scoccia), Indivisibili (Angela e Marianna Fontana), La pazza gioia (Valeria Bruni Tedeschi), La pazza gioia (Micaela Ramazzotti), Veloce come il vento (Matilda De Angelis)

Miglior attore non protagonista: Fiore (Valerio Mastandrea), Indivisibili (Massimiliano Rossi), La stoffa dei sogni (Ennio Fantastichini), Le confessioni (Pierfrancesco Favino), Le ultime cose (Roberto De Francesco)

Miglior attrice non protagonista: Indivisibili (Antonia Truppo), La pazza gioia (Valentina Carnelutti), La vita possibile (Valeria Golino), Piuma (Michela Cescon), Veloce come il vento (Roberta Mattei)

Miglior regista esordiente: Il più grande sogno (Michele Vannucci), La ragazza del mondo (Marco Danieli), La pelle dell’orso (Marco Segato), Mine (Fabio Guaglione, Fabio Resinaro), WAX: We are the X (Lorenzo Corvino)

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − 5 =