CONDIVIDI

Come possono i fantasmi del passato balzare nel presente e insinuarsi persino nel futuro, plasmandolo col tocco sapiente di un modellatore d’argilla? A questa domanda sembra voler rispondere Chris Martin in Ghost Stories, il sesto album del gruppo britannico dei Coldplay. Le azioni passate e la capacità di amare, i punti d’asse sui quali si snoda un concept fortemente in bilico tra pop e indie.

La fine della storia d’amore con Gwyneth Paltrow aleggia inequivocabile già nel titolo ed espande i suoi tentacoli dal primo all’ultimo brano. “Always In My Head” fa da ouverture e tra cori angelici e atmosfere celestiali, spezzate appena da un accenno di elettronica, è un invito alla meditazione, al guardarsi dentro con scrupolo e introspezione. Ma anche un inno al coraggio, alla rinascita, al superamento del dolore attraverso un intimo viaggio nella dimensione eterea dell’io.

L’impronta e il peso di produttori come Paul Epworth, Jon Hopkins, Dan Gren, Timbaland e Avicii, la parte grafica affidata a Mila Furstova, gli arrangiamenti degli archi di Davide Rossi e i cori dei figli Apple e Moses in due tracce, contribuiscono a rendere Ghost Stories un disco sofisticato e spiazzante, sia di nicchia che popolare, fuori delle etichette e dalle definizioni, sospeso nella borderline tra indie mainstream e pop estremo, che attinge a piene mani da due generi così distanti, curioso e sperimentale, musicalmente in corsa sul filo tra passato e presente.

Altrettanto bizzarro il lancio ufficiale dell’album, previsto per il prossimo 20 maggio: una caccia al tesoro con manoscritti dei testi nascosti dentro nove libri sui fantasmi sparsi in diverse biblioteche del mondo e in una delle nove buste il golden ticket per il concerto di luglio alla Royal Albert Hall di Londra. Un cavilloso stratagemma che getta legno sul fuoco all’eccitazione dei fans, in fervente attesa del live di Los Angeles in onda lunedì su Sky Uno alle 20.10 e su Sky Arte alle 22.10. Per gli impazienti è disponibile lo streaming su iTunes.com/Coldplay.

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here