CONDIVIDI

Era ipotizzabile, viste le attese e il battage pubblicitario che ha accompagnato l’uscita del film, oltre che l’ovvio filone di fan e curiosi che sarebbero corsi a vedere il film, dopo aver assaporato le pagine di uno dei fenomeni editoriali dei nostri giorni. Cinquanta Sfumature di Grigio, finalmente, è giunto nelle sale di tutto il mondo e ha fatto registrare, da subito, numeri da capogiro.

Costato 40 milioni di dollari, il film, diretto da Sam Taylor-Johnson, con Jamie Dornan e Dakota Johnson a vestire i panni, rispettivamente, del miliardario Christian Grey e della studentessa Anastasia Steele, ha incassato in tutto il mondo più di 280 milioni di dollari in soli quattro giorni. Negli Stati Uniti ha esordito con più di 30 milioni di dollari, per poi chiudere il weekend a quota 80. Si tratta di uno dei migliori risultati per un film R-Rated, dietro solo a La Passione di Cristo, Matrix Reloaded e il fenomeno American Sniper.

In Italia, invece, il film ha fatto ancora meglio. Dopo aver esordito con più di 1,7 milioni di euro giovedì, durante il weekend ha visto crescere sempre più gli incassi, superiori ai 2 milioni sabato e domenica, chiudendo i primi quattro giorni di programmazione con un ricco bottino di 8,4 milioni di euro, con una media per sala che supera i 9000 euro.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here