CONDIVIDI
Ph. Credits: REUTERS/Chris Pizzello

E’ solo di qualche giorno fa la notizia girata in fretta sul web della morte di Forest Whitaker, che ha allarmato milioni di fans, ma che per fortuna è stata smentita dopo poche ore, rivelandosi come l’ennesimo caso di bufala “attira like”.
Felici di confermare, dunque, che l’attore americano è vivo e vegeto.
Che la notizia (falsa) della sua dipartita abbia sortito l’effetto di riaccendere l’interesse del pubblico sulla carriera dell’attore? In effetti, pensandoci un po’, ci domandiamo: che fine ha fatto Forest Whitaker?

Il momento più alto della carriera dell’attore nato 55 anni fa in Texas è datato 2007, quando si aggiudica il Premio Oscar al miglior attore protagonista per il film “L’ultimo re di Scozia”, dove veste i panni del sanguinario dittatore ugandese Idi Amin Dada.
Un ruolo intenso che incanta non solo l’Academy – che lo preferisce al solito DiCaprio nominato quell’anno per “Blood Diamond” -, ma anche le giurie dei Golden Globes e dei BAFTA.

Forest Whitaker nel ruolo di Idi Amin Dada ne 'L'ultimo re di Scozia'
Forest Whitaker nel ruolo di Idi Amin Dada ne ‘L’ultimo re di Scozia’

Prima di allora Forest Whitaker aveva recitato in circa 40 pellicole attraversando ben 4 decenni: tra i tanti film ricordiamo il suo esordio con “Fuori di testa” (1982) al fianco di Sean Penn, “Il colore dei soldi” (1986) di Martin Scorsese e ancora “La moglie del soldato” (1992) di Neil Jordan ed il claustrofobico “Panic room” (2002) di David Fincher.

Dopo la consacrazione agli Oscar 2007 Whitaker ha continuato ad essere molto richiesto dal cinema, girando diversi film, ma senza mai superare se stesso nella straordinaria performance offerta ne “L’ultimo re di Scozia”.
Nel 2007 è stato la voce narrante di “Crips and Bloods: Made in America”, un documentario sulla vita delle gangs afroamericane di Los Angeles, mentre nel 2013 ha fondato la “Forest Whitaker’s Significant Productions”, casa di produzione cinematografica che porta il suo nome e con la quale ha finora prodotto due film (“Fruitvale Station” e “Dope”).

Recentemente, nel 2015, lo abbiamo visto al cinema nel terzo capitolo del franchise di Luc Besson “Taken 3” e nel ruolo del carismatico allenatore di box in “Southpaw – L’ultima sfida”, accanto a Jake Gyllenhaal.

Jake Gyllenhaal e Forest Whitaker in 'Southpaw - L'ultima sfida'
Jake Gyllenhaal e Forest Whitaker in ‘Southpaw – L’ultima sfida’

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here