CONDIVIDI
Fidanzata dell'est

In un battibaleno, la Rai ha deciso la chiusura della trasmissione “Parliamone sabato”, condotto da Paola Perego su Rai1: dopo il vespaio di polemiche sollevato dalla puntata del programmo pomeridiano di Rai1 in cui si è discusso dei motivi per i quali è meglio scegliere una fidanzata dell’Est.

La bufera è scoppiata soprattutto sui social ed ha coinvolto tutti.

Il tema della puntata era un argomento che gli autori avevano considerato probabilmente popolare e capace di attrarre spettatori.

Di certo una tematica che ha toccato tantissimo tutti, e di certo ha indignato tantissimi, in quanto toccati senza il minimo tatto e con una semplicità del tutto sconcertante.

Molti personaggi della vita pubblica italiana sono intervenuti nell’argomento.

La presidentessa Rai Monica Maggioni lo ha definito “una rappresentazione surreale dell’Italia del 2017”, e surreale lo è davvero.

Talmente surreale e sconcertante che il direttore di RaiUno, Andrea Fabiano ha dato le sue scuse ufficiali: “Rinnovo le mie scuse più sincere per quanto accaduto e ribadisco l’impegno per un’offerta sempre ispirata ai valori del servizio pubblico”.

Ma qual è il succo della faccenda: “Le donne dell’est sono sempre sexy, le compagne ideali per gli uomini italici, perché casalinghe perfette, mai lamentose e perdonano il tradimento”. La reazione sui social è stata impattante, dove gli italiani hanno mostrato tutto il loro disappunto per questa tematica, trattata senza alcun tipo di dignità. Si parla di una TV di stato che “tratta i telespettatori come dementi”.

E da questa si è passati a dichiarazioni più esplicite: “Paghiamo il canone per vedere questo? Siamo oltre la barriera dello squallore assoluto”.

Già vivendo in uno Stato con le sue problematiche economiche e sociali, bisognerebbe stare attenti ad ogni piccolo particolare, soprattutto in televisione, e invece la tv, passo dopo passo, diventa sempre più la rappresentazione del degrado di una società non più vivente, bensì muta spettatrice.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here