CONDIVIDI

Festeggia oggi, 26 marzo, i suoi 40 anni uno dei personaggi italiani più famosi ed acclamati in patria come all’estero; si tratta di Roberto Bolle, ballerino di fama internazionale che si è formato fin dall’infanzia presso l’Accademia della Scala di Milano e che solo adolescente era già stato notato dal celeberrimo Rudolf Nureyev il quale l’aveva voluto accanto a lui in “Morte a Venezia”. Oggi Bolle è probabilmente l’étoile più famosa al mondo, che ha ballato nei teatri più importanti del mondo e non solo. Il ballerino, originario di Casale Monferrato, infatti è stato capace di portare la danza classica in luoghi che fino ad allora le erano stati preclusi come l’Arena di Verona, piazza San Pietro, piazza del Duomo a Milano e piazza del Plebiscito a Napoli ma anche in occasione della cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Torino 2006. Roberto Bolle è il ballerino che si è esibito davanti a Papa Giovanni Paolo II e alla Regina Elisabetta.

Roberto Bolle con la sua innata semplicità e gentilezza è stato in grado di portare la danza classica fuori dai teatri e di riportare il pubblico a teatro. La sua versatilità, la sua espressività e il suo coinvolgimento hanno riposizionato la danza ai vertici delle arti, riconsegnandole l’anima che, a causa degli eccessivi virtuosismi tecnici e fisici, stava perdendo. Ammirare Roberto Bolle danzare è qualcosa di indimenticabile e unico, è un viaggio nella propria anima attraverso il movimento.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here