CONDIVIDI
depressione da farmaci lista nera

200 farmaci di uso comune nella vita di tutti quanti sono finiti sulla lista nera a causa dei loro effetti collaterali. Tra questi troviamo la pillola anticoncezionale così come gli antiacidi, antidolorifici e farmaci per controllare la pressione. Tutti questi prodotti, utilizzati da generazioni anche in dosi massicce causano depressione. In USA in particolare un cittadino su tre ne fa uso (sotto prescrizione) elemento che eleva notevolmente il rischio di suicidio all’interno del paese. Anche l’Italia non è comunque da meno, l’utilizzo dei farmaci è elevato anche nel nostro paese e, per curare problemi minori potremmo ritrovarci vittime di una grave depressione apparentemente priva di una causa scatenante nascosta negli elementi chimici modificati dalle medicine.

Si calcola che il 15% degli adulti abbia usato contemporaneamente tre o più di questi prodotti scatenando crisi depressive inaspettate
Il dato si riduce per chi ne ha usati due o uno, elemento che dimostra l’accumulo di elementi in grado di portare a sbalzi di umore e a cali depressivi.

La malattia della depressione viene spesso collegata a elementi legati alla vita della persona e snobbata sotto il punto di vista prettamente chimico. In realtà la depressione altro non è che una malattia, una disfunzione fisica che può essere scatenata da elementi esterni senza andare a toccare la sfera della quotidianità.

Secondo gli esperti l’utilizzo di questi farmaci ha accresciuto notevolmente la depressione nel paese, inoltre le quote di casi di depressione legati ai farmaci sono aumentate segnando una tendenza negativa per la salute mentale degli Stati Uniti.

Anche gli antiacidi, utilizzati per curare reflusso e gastrite sono responsabili della situazione depressiva, elemento che si ricollega al ruolo chiave dello stomaco e dell’intestino nel benessere e nella produzione di serotonina.

Ancora non è chiaro come si agirà nei confronti di questi prodotti e, soprattutto quali saranno le politiche europee per evitare effetti collaterali di questo tipo a seguito di cure spesso leggere.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here