CONDIVIDI
via twistedsifter.files.wordpress.com

Troppo spesso, spossati dalla logorante e monotona routine quotidiana, vagheggiamo le agognate vacanze estive immaginandoci chiusi in splendide prigioni dorate: nel confortevole villaggio vacanze piuttosto che nella lussuosa crociera esotica per i Mari del Sud. Ci lasciamo coccolare al chiuso di questi limitati “paradisi artificiali” dimenticandoci il mondo là fuori, quello vero, da vedere, osservare. Meraviglie, naturali o di umana fattura, il cui fascino supera di gran lunga quello del più rinomato resort 5 stelle. Posti da vivere e assaporare rigorosamente zaino in spalla, con tanta, tanta buona volontà di fare lunghe camminate, e il desiderio di conoscere nuove culture, storie, usanze, aneddoti. Non un articolo per pigri quindi. Dal Sudamerica all’Islanda, dalla Russia agli Stati Uniti, ecco i 10 posti da visitare prima o poi nella vita che noi di Blog di Cultura vi consigliamo.

Il gioco di luci e colori della cosiddetta aurora boreale sono il risultato dell’impatto tra particelle caricate elettricamente, provenienti dal Sole, a contatto con l’atmosfera terrestre. Il fenomeno è visibile in due ristrette fasce attorno ai poli magnetici della Terra e viene chiamato aurora boreale nell’emisfero settentrionale e aurora australe nell’emisfero meridionale. Anche se il verde chiaro e il rosa sono i toni più associati al fenomeno, lo spettacolo delle aurore fa bella mostra di uno vasto spettro di colori, quali rosso, giallo, verde, viola e blu.

via mexicocitycyclechic.com
via mexicocitycyclechic.com

Il tragitto stradale Inca per Machu Picchu fa parte dei 5 cammini più conosciuti al mondo, sicuramente il percorso più famoso del Sudamerica. In quasi 42 Km si ha l’opportunità di imbattersi in stupendi scenari montani, lussureggianti foreste nebulose, giungle subtropicali, e naturalmente rovine e selciati Inca la cui bellezza è capace di togliere il fiato. Alla fine del percorso, la maestosa ricompensa che ripagherà tutta la fatica del cammino: Machu Picchu, la misteriosa “città perduta” degli Inca, eletta nel 2007 una delle Sette meraviglie del mondo moderno.

via www.whizz-kidz.org.uk
via www.whizz-kidz.org.uk

Poco è stato scoperto sul sito preistorico Stonehenge, questo insieme circolare di grosse pietre erette, dette megaliti. Persino la sua datazione è ancora incerta, oscillando tra i 4.500 e i 5.000 anni fa. Né tanto meno si conosce la funzione di questo colosso misterioso e estremamente imponente sito sugli alti piani di Salisbury, in Wiltshire. Alcuni sono convinti si tratti di un luogo adibito alla cura e alla guarigione dei malati; altri si rifanno invece a teorie teologiche, vedendole come templi sacri in cui i druidi si recavano a pregare.

via www.zagy.de
via www.zagy.de

Un giro sulla ferrovia transiberiana dovrebbe essere sulla lista delle cose da fare di ognuno di noi. Collega in oltre 9.000 Km la parte europea della Russia sino alla Cina, collegando i due sistemi ferroviari. Attraversa una miriade di culture, etnie, paesaggi, architetture, abitudini di vita, e dura, pressappoco una settimana, attraversando 7 fusi orari.

via www.westholland.nl
via www.westholland.nl

La celebre Route 66, conosciuta una volta come la Main Street of America o Mother Road, venne inaugurata nel 1926, quando 3.755 km di strada partendo da Chicago, Illinois, attraverso Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, New Mexico, e Arizona, si collegava a Santa Monica, California, dove andava a concludersi, connettendo l’est all’ovest. Il 27 giugno 1985 è stata completamente rimpiazzata dall’Interstate Highway System, il nuovo sistema autostradale degli Stati Uniti d’America.

via upload.wikimedia.org
via upload.wikimedia.org

Ogni singolo Kilometro dei 8.851,8 totali su cui si estende la Muraglia Cinese sono degni di esser percorsi. Venne costruita su una linea che da est a ovest formava lo storico confine settentrionale della Cina con lo scopo di proteggere l’Impero dai nomadi e dalle invasioni militari. La muraglia è stata costruita a più riprese nel corso dei secoli, anche se la gran parte di essa risale alla dinastia dei Ming.

via www.globalmountainsummit.org
via www.globalmountainsummit.org

I baobab sono originari del Madagascar, dell’Australia e di alcune zone dell’Africa. Questi alberi straordinari possono raggiungere i 30 metri di altezza e 10 di larghezza. E lo sapevate che riescono a ingabbiare più di 100.000 litri d’acqua nei loro fusti affinché possano sopravvivere durante i periodi di siccità?

via www.fragmentedforests.org
via www.fragmentedforests.org

L’isola greca di Santorini è abitata da circa 1.700 abitanti, e nonostante un’intensa attività vulcanica, la flora e la fauna pare non siano state minimamente intaccate. Un posto in cui si può godere del massimo relax, soprattutto davanti a un tramonto del genere che solo Santorini riesce ad offrire.

via twistedsifter.files.wordpress.com
via twistedsifter.files.wordpress.com

L’Islanda con la sua Laguna Blu riesce ad essere una località di svago turistica e una clinica della salute. Una stazione termale geotermica in cui ci si può rilassare immersi nel mare la cui acqua è naturalmente riscaldata da Madre Natura. Si raccomandano i bagni termali durante gli inverni più rigidi e nevosi, periodi in cui si può godere ancora di più dei 37-39° dell’acqua della piscina all’aperto, ricchissima di minerali quali il silicio e lo zolfo.

via cdn.travelmint.com
via cdn.travelmint.com

Pic du Midi è una montagna della parte francese della catena dei Pirenei alta quasi 2.900 metri. E’ divenuta famosa per il suo osservatorio astronomico. Nel 1963 la NASA ha installato un telescopio sulla sua cima, scattando foto sulla superficie della Luna in vista delle missioni Apollo. Senza dubbio un posto da visitare almeno una volta nella vita.

via upload.wikimedia.org
via upload.wikimedia.org

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here