CONDIVIDI

Il vaccino Pzifer è stato prodotto negli USA, perché il nome proviene dall’azienda americana che l’ha prodotto. Va però subito chiarito che quest’ultima ha collaborato con la tedesca BioNtech. La notizia riguardante questa soluzione contro il Covid-19 sembra confermata: la validità sarebbe del 90%. A questa news positiva però si sommano i problemi relativi al trasporto e alla conservazione del vaccino.

 

Il vaccino Pzifer: le sue caratteristiche

 

Il vaccino Pzifer ha permesso persino ai mercati di far schizzare le quote azionarie verso l’alto, dopo l’annuncio del suo arrivo. Sicuramente infatti si tratta di una buonissima notizia, anche perché è confermato che la soluzione trovata sarebbe efficiente al 90%.

Oltre a questo però c’è anche da dire che il rimedio in questione si conserva a -80 °C, quindi a una temperatura che viene creata in laboratorio. Per questo, diversi Stati si stanno attrezzando con apposite celle frigorifere i cui sistemi creerebbero, al loro interno, il numero corretto di gradi per permettere che il vaccino arrivi senza che si rovini. Questo però non è tutto, anche perché dopo tanti mesi, finalmente sembrerebbe essere vicina la data in cui la soluzione in questione potrebbe finalmente essere distribuita.

 

Quando arriva

 

La Pzifer ha annunciato che per gennaio dovrebbero già essere distribuite milioni di dosi. Per ora, sul loro numero ci sono fonti differenti, ma l’UE ha già preparato l’accordo utile per poter ottenere ben 100 milioni di dosi, di cui 27 milioni dovrebbero andare all’Italia. Altre fonti però sostengono che Pzifer metterà in commercio già prima di gennaio 2021 200 milioni di dosi. Insomma, sicuramente queste sono notizie positive, anche perché si deve sempre ricordare che per realizzare un vaccino occorrono diversi anni, mentre ora si sono raggiunti ottimi risultati in tempi di gran lunga minori. Intanto, mentre gli Stati attendono, si stanno attrezzando per realizzare il trasporto e la distribuzione nel modo più veloce possibile.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here