CONDIVIDI

Il festival di Sanremo 2016 è iniziato. Dopo una lunga introduzione che ha ricordato tutti i vincitori della passate edizioni, l’esordio musicale della diretta è stato affidato a una reinterpretazione ad opera dell’orchestra, diretta dal maestro Pieraccioli, della celebre “Starman” di David Bowie. Il presentatore Carlo Conti parla di doverosa citazione e “d’altra parte – aggiunge – se ci fate caso anche io sono starman” uomo delle stelle nella misura in cui si appresta a presentare le 28 star in gara, i cantanti di Sanremo 2016. Un omaggio di cuore nei confronti dell’artista scomparso l’11 gennaio. L’ennesimo certo, ma per molti non sarà mai abbastanza.

Anche se ore dopo il vero mattatore della serata, Rocco Tanica, in collegamento dalla sala stampa, ironizza e aggiunge che all’omaggio a Bowie (corredato di pentole modem e quant’altro, manco fosse una promozione targata Mastrota) potevano pensarci prima. Come biasimarlo?

Un gesto comunque sicuramente apprezzato, un esordio emozionante soprattutto per chi ha subito riconosciuto le note della canzone del Duca Bianco. Uno dei momenti più sentiti in un Sanremo 2016 iniziato un tantino sottotono.

A questo link potete rivivere l’esordio sulle note di Starman.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here