CONDIVIDI

Storie di musica e di follia, citazioni, aneddoti, casualità. C’è questo e molto altro dietro i nomi delle rock band, un aspetto particolare e spesso sconosciuto anche nei casi dei gruppi più celebri. Ecco la lista dei casi più curiosi.

AC/DC: pare che il nome del gruppo australiano sia stato suggerito da Margaret sorella maggiore dei fratelli Young che lo lesse nel retro di un aspirapolvere. AC-DC significa infatti Alternating Current/Direct Current (corrente alternata/corrente continua).

ROLLIN’ STONES: il concerto d’esordio delle “pietre rotolanti” fu al Marquee di Londra il 12 luglio 1962. Il nome era stato scelto il giorno prima da Brian Jones ispirandosi alla canzone “Rollin’ Stones Blues” di Muddy Waters. Secondo alcuni lo scelse parlando al telefono con il proprio agente: quando questi gli chiese il nome della band Brian lo decise sul momento guardando la prima cosa che gli capitò fra le mani, il disco di Waters.

DOORS: il celebre gruppo di Morrison prende il nome da “The Doors of Perception” un trattato di Aldous Huxley sugli effetti della mescalina, e dalla frase del poeta William Blake “Se le porte della percezione fossero spalancate, ogni cosa apparirebbe all’uomo come realmente è, infinita.”

PINK FLOYD: il nome scelto da Syd Barret deriva dai nomi di due Bluesman americani Pink Anderson e Floyd Council.

GUNS N ROSES : era il 1985, la band di Los Angeles nasceva dalla fusione di due gruppi gli L.A Guns (in cui suonava Slash) e gli Hollywood Rose (capitanata da Axel Rose) cosi la scelta fu di unire i nomi dei due precedenti gruppi.

THE VELVET UNDERGROUND: la band di Lou Red inizialmente si chiamava the Primitives, poi the Warlocks e infine fu scelto il nome The Velvet Underground dall’ononimo romanzo (pornografico) del giornalista Michael Leigh.

JOY DIVISION: inizialmente il nome della band era Warsaw in omaggio al capolavoro di David Bowie “Warszawa”. Tuttavia a partire dal 1978 per non creare confusione con un altro gruppo viene scelto Joy Division: il termine indicava le prigioniere destinate alla prostituzione nei lager nazisti.

QUEEN: deriva dal termine “regina” utilizzato nel gergo popolare inglese per indicare qualcosa di tendenzialmente pomposo, esagerato. Mercury stesso affermò che “Queen è un nome corto, semplice e facile da ricordare ed esprime poi quello che vogliamo essere, maestosi e regali. “

PEARL JAM : uno dei nomi di più difficile interpretazione. Una prima ipotesi riguarda una marmellata particolare fatta dalla nonna di Eddie Vedder, Pearl. In una sua dichiarazione però Vedder afferma che “Pearl èanche un termine usato nel surf per indicare il momento in cui si prende l’onda in pieno. Il disco migliore di Janis Joplin è Pearl. Ma credo che la migliore giustificazione per il nome Pearl Jam sia riguardo la perla stessa e al processo secondo cui diventa tale. Prendere degli escrementi e trasformarli in qualcosa di bello..così è iniziata la nostra band…prendere le emozioni che lottavano dentro di noi e trasformarle in canzoni”

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here