CONDIVIDI

 

La pasta è uno degli alimenti più conosciuti al mondo, al punto che il termine stesso viene pronunciato nel medesimo modo anche in Paesi diversi, come l’Olanda e la Finlandia. I formati di pasta sono centinaia, e i puristi arrivano addirittura ad “abbinarli” ai sughi.

Per chi ama la pasta, infatti, è a dir poco inconcepibile una carbonara con le orecchiette, o con le farfalle, ed è assolutamente illogico mangiare un piatto di pasta mista condita con il pesto. Ogni formato ha il suo sugo, non ci sono dubbi su questo. Ma non è detto però, che il sugo stia bene unicamente con la pasta.

Ma che sugo c’è

L’arte culinaria italiana prevede un’ampia scelta di salse, sughi e condimenti come ad esempio i buonissimi sughi Tigullio, che ci permetteranno di arricchire le nostre pietanze, sia pasta che carne, deliziando anche i palati più esigenti.

Ci sono sughi che sono meravigliosi sulla pasta, ma che quando vengono aggiunti ad altre ricette, sono in grado di dare un tocco in più e vivacizzare la pietanza, rendendola davvero particolare. In questo senso, uno dei condimenti più versatili in assoluto è il pesto.

Sua maestà il pesto  

Quando si parla di pesto, il primo pensiero va ovviamente alla pasta. Questo sugo, infatti, si sposa in maniera unica con diversi formati, come le trofie o le trenette, ma il suo gusto deciso e particolare, può essere abbinato anche ad altre pietanze. Perché non aggiungere un cucchiaio di pesto alle preparazioni con la pasta sfoglia?

Ecco una ricetta davvero semplice e veloce da realizzare con il pesto: spennellate il disco di sfoglia con uno strato di pesto, arrotolatelo, poi tagliatelo a rondelle, e poi mettete tutto in forno. Il pesto, renderà i rustici dell’aperitivo diversi dal solito, e soprattutto sfiziosi.

E’ possibile rendere ancora più buoni degli involtini preparati con melanzane grigliate e speck, aggiungendo un pizzico di pesto alla preparazione. Il basilico e l’aglio, infatti, si coniugano alla perfezione con il sapore delicato della melanzana e il sentore affumicato dello speck farà da contrasto alla dolcezza dei pinoli.

Una frittata diversa

Il pesto è anche adattissimo alle ricette a base di uova. Il sapore delicato dell’uovo verrà esaltato dall’incontro con questa salsa dal sapore così deciso, come nella ricetta del tronchetto salato che andiamo a proporre. La preparazione della base prevede l’utilizzo di uova, pesto, e parmigiano, che andranno amalgamati insieme con una forchetta, fino a che non si otterrà un composto uniforme. A questo punto adagiate il tutto in una teglia, possibilmente dalla forma rettangolare e infornate. Lasciate cuocere la teglia per 20 minuti, ad una temperatura di 180°. Una volta che la frittata sarà pronta, bisogna lasciarla raffreddare, per poi farcirla.

Per la farcia l’ideale sarebbe aggiungere un formaggio fresco spalmabile, un caprino o anche della ricotta. Per dare una nota aromatica al tronchetto si possono inserire anche delle foglie di rucola, che daranno anche un tocco di colore. A questo punto, non basterà che arrotolare la frittata, dal lato più lungo, e tagliarla a forma di piccole girelle.

Fonte immagine: pixabay

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here