CONDIVIDI

Ci sarà rimasto per aver perso il premio come migliore attore drama (ha vinto il suo connazionale Eddie Redmayne), ma Benedict Cumberbatch – in gara con The Imitation Game in cui interpreta il geniale Alan Touring – almeno potrà consolarsi con la palma del miglior “photobomb” della serata dei Golden Globe 2015. L’anno scorso agli Oscar gli U2, quest’anno ai Globes Maryl Streep. Per Cumberbatch pare proprio una fissazione rubare la scena intrufolandosi nelle foto altrui.

La gag della serata di cui si è reso protagonista l’interprete televisivo di Sherlock è stata una delle tante sulla questione Corea del Nord e relativa censura del film The Interview. Una bellicosa – ma assolutamente comica – Margaret Cho vestita da generalessa dell’esercito coreano si aggira per la platea vip e chiede a Meryl Streep una foto. E proprio mentre Michael Keaton si alza per immortalare la scena, ecco da dietro spuntare Benedict Cumberbatch con tutte e due le braccia alzate, ormai divenuto il segno distintivo di ogni suo photobomb. Lo scatto ha fatto subito il giro del web con tanto di hashtag #Cumberbomb. Chissà se avrà lo stesso successo del famoso selfie di gruppo dell’ultima cerimonia degli Oscar. In ogni caso, un applauso a Cumberbatch che riesce a rendere memorabile anche questa Award Season.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 2 =