CONDIVIDI
Astroworld Trap

E’ in dirittura di arrivo “Astroworld”, il nuovo album di Travis Scott. E quello che ci si aspetta è un successo paragonabile a “Birds in the trap sing McKnight”.

L’album con la sua delirante copertina è già diventato virale, dando vita addirittura a un’ondata di meme dove gli artisti del web si prendono gioco della scelta stilistica di Travis Scott e della pazza copertina.

L’album esce proprio oggi, e l’annuncio è arrivato proprio da Mike Dea, il produttore del disco. Le aspettative sono altissime visto il successo del singolo “Watch” estratto dall’ultimo lavoro.

Travis Scott è un artista giovanissimo e amato dal pubblico, Travis ha già collaborato con nomi di alto livello come Lana Del Rey, Kendrick Lamar e Kanye West.

La sua forza sta nello stile, un mix tra trap e ra p con contaminazioni che arrivano dai generi più disparati.

Sembra che nessuno se ne sia reso conto, ma è in corso una vera e propria rivoluzione musicale che fonde multiculturalismo e derivazioni elettroniche del rap, così come il mondo della rete, divenuto colonna portante del mondo musicale. La trap è la vera novità di questa epoca, e, specialmente i più giovani la vivono al massimo sotto lo sdegno dei puristi del passato, inevitabilmente restii al nuovo e allo stil dissacrante della trap.

Protagonisti di questo mondo sono spesso personaggi giovanissimi, Travis Scott è nato nel 92 e vanta già collaborazioni con Kanye West.

Travis ci travolge con il suo ritmo serrato e incalzante che spazia per i generi proponendo melodie psichedeliche e ossessive. Non siamo di fronte a XXXTentation, ma Scott Travis ha sicuramente talento da vendere e la capacità di innovare e cambiare le carte in tavola dentro a un settore dove i grandi nomi del passato sembrano incapaci di competere. Quasi l’ondata trap li avesse tagliati fuori della scena attuale.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here