CONDIVIDI
diabete cause

Secondo gli studi più recenti la vera epidemia che affligge le città italiane è il diabete. Proprio così, questa malattia sembra diffusa in maniera elevata in particolare nelle metropoli dove possiamo trovare un diabetico ogni due abitanti. Cifre elevatissime che hanno generato un allarme diabete.

La situazione è così seria da aver mobilitato i diabetologi che, dal 27/mo Congresso della Società italiana di diabetologia (Sid), hanno lanciato un appello nei confronti dei cittadini.

Per contrastare questa tendenza è infatti importantissimo vivere uno stile di vita sano, muoversi a piedi e in bicicletta il più possibile e fare sport quando possiamo per prevenire questa malattia diagante.

“Il problema del diabete urbano – spiega il presidente Sid Giorgio Sesti – è un problema globale. L’International Diabetes Federation prevede che nel 2045 i tre quarti della popolazione diabetica vivranno nelle metropoli o in città. Inoltre, si sta assistendo ad un incremento dell’obesità in coloro che vivono in aree urbane”.

Diventa quindi fondamentale diffondere il messaggio tra gli italiani, la prevenzione infatti, come sempre risulta l’arma più potente che abbiamo contro le malattie, specialmente quelle di questo genere.

“Proprio per sensibilizzare le istituzioni ed i cittadini – continua Sesti – la Società ha aderito al progetto Cities Changing Diabetes, allo scopo di promuovere stili di vita virtuosi”.

Una malattia del mondo occidentale, legata a vita sedentaria e cattiva alimentazione, forse stimolata anche da situazioni stressanti e dall’inattività che nasce dalla depressione sempre più diffusa specialmente tra chi vive nelle grandi città.

Il diabete è una patologia che non può essere trascurata e che può condurre, nel peggiore dei casi, anche alla morte. Una simile diffusione deve far preoccupare e spingere sia i cittadini che le autorità competenti ad attivarsi per combattere una pericolosa tendenza che potrebbe sfociare in una situazione assolutamente grave.

L’importanza della cura del benessere e della propria salute, deve essere promossa maggiormente, e supportata dalle autorità.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here